Il blog di Loris Bagnara

nel giardino dei sentieri che si biforcano

Emissione di moneta e inflazione

Posted by Loris Bagnara su 21/10/2007

— Ma se gli Stati potessero emettere moneta senza indebitarsi, ci sarebbe un’inflazione altissima e incontrollata! È sempre accaduto così nella storia…
Tu che ormai hai capito come stanno le cose, la prima volta che ascolti questa obiezione rivolgi un sorriso all’interlocutore e cerchi di spiegargli; se dovesse obiettare una seconda volta, si meriterebbe quantomeno un’occhiataccia; una terza volta è sufficiente a togliere il saluto o a rompere un’amicizia.
Torniamo ora al nostro Sovrano (vedi post precedente) che, attorniato dai suoi ministri e consiglieri finanziari, sta riflettendo sulle operazioni monetarie appena compiute. Un giovane consigliere si fa avanti e, rispettoso ma deciso, espone il suo pensiero: — Maestà, l’operazione di emissione di moneta, così come è stata condotta, similmente a quanto avveniva nei tempi in cui ciò era affidato alla Banca Centrale, di proprietà privata, tale operazione dico appare insensata nel suo principio: a che serve vendere ai cittadini titoli di debito pubblico, se poi lo Stato riacquista gli stessi titoli con il denaro stampato dalla zecca? Non  equivale forse a spendere direttamente, in opere utili al popolo, quel medesimo denaro creato dal nulla?
— Cosa debbono udire le vostre orecchie Maestà! — interviene un anziano consigliere, — S’è mai sentita sciocchezza più grande? Se gli Stati potessero emettere moneta senza indebitarsi, ci sarebbe un’inflazione altissima e incontrollata! È sempre accaduto così nella storia…
Il primo consigliere, pazientemente, con garbo e risolutezza, interrompe il secondo e spiega: — Come si sarebbe fatto nei tempi in cui l’emissione di moneta spettava alla Banca Centrale? Il Governatore della Banca avrebbe deciso quale dovesse essere la quantità giusta di moneta da creare e tanto si sarebbe creato, non uno scudo in più né uno in meno. Ora, se noi consigliassimo al nostro amato Sovrano di creare esattamente tanta moneta quanta ne avrebbe ordinata il Governatore, della cui competenza e onestà non abbiamo motivo di dubitare (o dovremmo?), per quale ragione insorgerebbe maggiore inflazione che nel passato? Cambia forse qualcosa se la medesima politica monetaria viene decisa e applicata dal Sovrano, anziché da un istituto privato? Io rispondo che non può cambiare nulla, e che anzi ne seguono solo vantaggi, come il fatto di non indebitare lo Stato con l’emissione di nuova moneta.
Il Sovrano, di mentalità aperta, afferra subito il concetto del giovane consigliere, lo promuove a più alte cariche e manda in pensione il vecchio.
Che avreste fatto voi al suo posto?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: